È a poche battute dalla sua conclusione la coinvolgente ed entusiasmante stagione della Ginnastica ritmica in casa Libertas. Dopo la brusca frenata degli anni scorsi dovuta alla pandemia la voglia di riconquistare la piena normalità ha contagiato subito tutti gli addetti ai lavori. Torna dopo la parentesi delle ultime edizioni in pieno covid, giocoforza ridimensionate nei numeri e a porte chiuse, la settimana dedicata al Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica. Società, dirigenti, istruttrici, atlete della grande famiglia Libertas spronati dalla determinazione e dall’impegno del Responsabile Nazionale alla Programmazione Carmine Adinolfi, dal supporto tecnico della Responsabile Nazionale del Sottore Teresa De Martino e delle varie Responsabili di Area e Regionali di settore, hanno ripopolato sin dall’autunno scorso le palestre di ogni angolo d’Italia lavorando sodo e preparandosi al meglio per affrontare le tradizionali selezioni su scala provinciale, prima, e regionale, dopo, per arrivare così al gran finale stagionale col Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica a Montecatini Terme dal primo al cinque giugno prossimi. Migliaia e migliaia di esercizi sono stati proposti nel corso dei vari appuntamenti che si sono organizzati sull’intero territorio nazionale e per tutto l’anno sportivo in corso, altrettante atlete hanno calcato le pedane degli impianti utilizzati dall’organizzazione. Tutto per arrivare al meglio all’evento degli eventi in casa Libertas, il Campionato iridato di disciplina. Quest’anno scelto quale palcoscenico d’eccezione della kermesse il Palaterme di Montecatini Terme. Un gioiello che si va ad affiancare ai vari palazzetti utilizzati nelle trascorse edizioni della festa tricolore della Ginnastica ritmica Libertas. La macchina organizzativa è ormai in queste ore impegnata nelle rifiniture del duro, lungo lavoro compiuto in questo percorso di avvicinamento alla festa del Campionato nazionale. Sarà una vera e propria mini invasione pacifica quella a cui si assisterà sin dalla sera del primo giugno nell’ameno centro termale in provincia di Pistoia. La grande famiglia della Libertas è pronta ad accogliere nel migliore dei modi le tante società, le atlete, le loro famiglie, grazie alla collaborazione del suo affiatato team, dell’amministrazione comunale di Montecatini e col sostegno di tutta la Libertas Nazionale, presidente Pantano in testa, che è impegnato a tutto campo nel rafforzare la presenza capillare dell’ente sul territorio e nel rilanciare le grandi feste nazionali Libertas. E come accaduto sempre nel corso delle passate edizioni del campionato anche per questa edizione, che passerà alla storia come quella del ritorno alla normalità post-covid, non mancheranno sorprese spettacolari a condire il ricco programma di gare.

Corsi di formazione Libertas per operatore sportivo di disciplina e/o istruttore http://www.libertassalerno.it/wp-content/uploads/2019/10/CORSI-per-qualifiche-sportive.pdf

I numeri parlano chiaro. Nei tre fine settimana di gare organizzate dalla Libertas Campania nelle strutture di San Giorgio a Cremano e Pontecagnano sono state oltre 1500 le giovanissime atlete in rappresentanza di una sessantina di società provenienti da ogni angolo della Campania ad avvicendarsi sulle pedane dei due impianti. Particolarmente soddisfatto Carmine Adinolfi, inesauribile fonte di iniziative per il lancio di nuove e il rilancio di vecchie discipline sportive in seno alla grande famiglia Libertas. “Che tutto il movimento sia in salute e in costante crescita l’ha testimoniato il boom di iscrizioni registrato per questa fase regionale che ha concluso un percorso ben delineato nell’anno sportivo Libertas,  programmato lo scorso anno- ha dichiarato Adinolfi-  Al nostro movimento di ginnastica ritmica fa bene il confronto con tante società sparse nella regione Campania. Un salutare antagonismo, nei limiti di quelli che sono i paletti che il nostro ente di promozione sportiva ha ben delineati, non  può che far bene a tutti”. Lo sport di tutti, lo sport per tutti, il claim della Libertas risuona forte in ogni occasione. “L’obiettivo non è la medaglia d’oro o la vittoria a tutti i costi ma la crescita dei nostri ragazzi- continua Carmine Adinolfi- costante e complessiva, sia sul piano fisico sia su quello socio-emotivo. È entusiasmante e commovente vedere le nostre baby atlete cimentarsi in pedana dovendo superare le difficoltà  della gara e l’emozione della presenza del pubblico”. Calato il sipario sull’evento di respiro regionale la macchina organizzativa della Libertas Campania, a supporto del CPS Libertas Salerno, è già impegnata sul fronte nazionale. È alle porte, infatti, l’appuntamento con il Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica. Dal 24 al 28 aprile ci si ritroverà nella capitale della riviera romagnola ancora una volta per la grande festa tricolore della Ritmica in casa Libertas. A Rimini per il terzo anno consecutivo si daranno appuntamento società provenienti da ogni angolo dello Stivale. Saranno circa ottocento le atlete, impegnate in pedana, ben oltre 2000 gli esercizi che saranno proposti nei quattro giorni di gara. E quest’anno con un’ulteriore novità. Dopo le due esperienze fatte allo STADIUM (prima RDS poi 105) sarà  un intero padiglione del RIMINI FIERA (nella foto a piè pagina) a ospitare il Campionato Nazionale. Completamente rivoluzionato nella distribuzione degli spazi interni, per garantire la massima funzionalità e soprattutto la sicurezza delle atlete e degli spettatori che saranno presenti alla manifestazione nei giorni della gara.

Cronaca di un successo annunciato. Il Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica Libertas ha ancora una volta fatto centro. Per partecipazione di atlete, dirigenti, tecnici, familiari al seguito. La città di Rimini è stata invasa da un vero e proprio esercito di giovanissime ginnaste impegnate in una quattro giorni di gare piena di gioia di vivere e di dimostrare che i valori delstadiumlo Sport sono sempre i migliori da seguire per una sana crescita personale e sociale. Le gare si sono tenute nella splendida struttura dell’RDS STADIUM, un vero e proprio tempio dello Sport. Migliaia di esercizi valutati da un pool di  giudici, formate all’interno della Libertas, hanno animato le splendide giornate vissute nella capitale della Riviera Romagnola. La macchina organizzativa, sotto la supervisione di Carmine Adinolfi, componente della  Commissione tecnica nazionale della Libertas, ha programmato al meglio il Campionato per garantire a tutti i partecipanti un soggiorno al top e il regolare svolgimento dell’evento sportivo.  A Rimini oltre milleduecento presenze, tra atleti (circa novecento), dirigenti, tecnici, genitori e parenti, per una tre giorni di gare all’RDS Stadium sotto il segno della Libertas.

IMG_20180427_212619_1

Venerdì l’arrivo delle oltre cinquanta associazioni sportive dilettantistiche, in rappresentanza di ben undici regioni d’Italia, e la sistemazione logistica nelle strutture ricettive della perla dell’Adriatico. In serata nel parco sul lungomare l’evento di apertura con ragazzine e istruttrici scatenate al ritmo della musica disco proposta dal deejay  e speaker della manifestazione Alessandro Patente. Dalle 8 e 15 di sabato, invece, nello splendido impianto dell’RDS Stadium il via alle gare.

IMG_20180428_081223

Ma prima non poteva mancare la foto di gruppo di tutto il team dell’organizzazione del Campionato. Da sinistra verso destra: Antonio Di Martino, presentatore della manifestazione, Francesco Luciano, segretario organizzativo, Antonino De Sio, special crew, Alex Patente, dj e speaker delle gare, Antonio Adinolfi, presidente del C.R.S. Libertas della Campania, Antonio Luciano, segretario di giuria, Carmine Adinolfi, capo del comitato organizzatore del Campionato, e in primo piano la giuria guidata dalla presidente Francesca Petrone (a sx) e composta da  Francesca Salsano, Simona De Biase e Maristella Bini. _TRE6576Nella prima giornata di gare a far visita alle atlete e all’organizzazione il presidente nazionale Libertas, prof. Luigi Musacchia, che ha con un pizzico di orgoglio sottolineato la grande crescita all’interno del mondo Libertas della Ginnastica Ritmica, grazie all’impegno degli organizzatori e delle referenti nazionali di disciplina Teresa De Mar_MG_8956tino e Sonia Panza.  Nella seconda giornata di gare, invece, graditissimo ospite il plurimedagliato campione olimpionico e mondiale di Scherma Michele Maffei, attuale responsabile alla Programmazione dell’attività motoria-sportiva  della Libertas (a dx)_MG_8961

Mentre a deliziare con esibizioni strappa applausi  quali special guest dell’evento riminese le ginnaste Veronica Bertolini, ex individualista della Nazionale italiana (a sx), Valeria Pysmenna e Diletta Spinosa (sotto)

1IMG_20180430_171421

 

 

Alla riuscita della manifestazione hanno contribuito l’Amministrazione comunale riminese che ha concesso il patrocinio morale all’evento, l’Asd Ginnastica Riccione, la Croce Adriatica per l’assistenza di Primo Soccorso e la Montecolino Floor Gym, sponsor tecnico del Campionato, avendo messo a disposizione la pedana di gara e le due di allenamento.

Carmine Adinolfi, visibilmente commosso all’inno nazionale che ha aperto le fasi delle sempre ricche premiazioni, ha esternato particolare soddisfazione per i livelli raggiunti dal Campionato, per i numeri messi in campo e per la qualità degli stessi nel panorama dello Sport di base nel quale si muove lui e la Libertas e ha salutato tutti i partecipanti dando appuntamento all’anno prossimo per una sempre più grande manifestazione. _TRE6602

_TRE7057_TRE7073

 

A seguire le classifiche finali del CAMPIONATO NAZIONALE di GINNASTICA RITMICA

Sabato 28 aprile

Domenica 29 aprile

Lunedì 30 aprile

Martedì 1 maggio